08 settembre 2006

11 SETTEMBRE 2001:la tragedia delle Twin Towers...ma anche il compleanno di una simpatica amica ERICA DI FEBO

La follia di uomini che hanno scelto di morire uccidendo per il trionfo di valori incomprensibili. Nel 2001 qualcuno ha detto ad un manipolo di fanatici che negli USA regnava l'impero del male e che in quelle terre, in quelle case, in quei luoghi la vita di tante persone "infedeli" al servizio di "satana" non meritava di continuare. Vite umana stroncate in modo spietato, senza che si rendessero conto del perchè, in un impatto con l'inferno umano così improvviso e crudele. Un impatto folle come tale, scellerato e feroce, è l'impatto dei due aerei contro le torri di Manhattan.
Oggi 11 settembre 2006, cinque anni dopo, distratti, i popoli del mondo si ubriacano di pensieri senza senso. La priorità della lotta al terrorismo si trascina stanca tra le diplomazie mondiali, alla ricerca del conio di formule mediatiche che distolgano le genti dai pensieri e dalle attenzioni. Le democrazie occidentali, ingrassate di benessere, si scatenano in una lotta di potere. Una guerra per la conquista di spazi nella società civile, con i quali esercitare controllo e potere. I fondamentalisti, nel frattempo, si armano e si servono di masse di pacifisti unilateralisti per ammonire i governanti, preoccupati solo ai voti di alternativi, disadattati, consumatori di oppio da papavero ed oppio ideologico.
Oggi 11 settembre è anche un bel giorno per i familiari e gli amici di Erica Di Febo: è il suo compleanno. Non vi dirò gli anni per due ragioni. La prima è che è tra le tante cose a me non note e la seconda, anche se posta la prima ragione è superfluo dirlo, è che ad una signora non si chiedono gli anni: una signora è sempre giovane!
AUGURI ERICA
Vito Schepisi

4 commenti:

Giuseppe Sagliocco ha detto...

Buongiorno Vito...siamo d'accordo anche su quanto hai scritto a proposito dell'11 Settembre...pensi che Nocera se ne avrà a male?
Approfitto anch'io per fare gli AUGURI DI BUON COMPLEANNO alla cara ERICA DI FEBO, valente e battagliera collega di forum...Saluti azzurri

vito schepisi ha detto...

Caro Giuseppe non penso che Nocera ne avrà a male. Non credo nenanche che ci offrirà il suo parere. E' impegnato col fornaio..sembra che al pari dei carbonari tra il 1820 ed il 1821 stia preparando con i fornai i moti del 2006 che la storia definirà "moti fornari" per abbattere il potere dispotico di Ser Berlusca. Si vocifera di un'alleanza con i "falegnami" ed i "piastrellisti" mentre le truppe del Beulusca stanno stringendo patti con i "gondolieri" ed i "taxisti". Devo purtroppo dirti che un mio documento segreto è caduto nelle mani dei "fornai" anche in questa circostanza si è registrato un caso di delazione come il Duca di Modena nel 1821. Questa volta per opera del duca di Nocera che tu hai imparato a conoscre per la sua audacia e tempra pari alla sua ferocia.
Fortuna la nostra è che il fornaio non sia riuscito a decifrare il nostro codice segreto di lettura.
Ti saluto Giuseppe e se hai modo riferisci al Duca di Nocera che i fornai ce l'hanno col Conte Bersani ed il suo luogotenente ser Visco della Casata dei Fisco e Tributi e che quindi come per i carbonari a quel tempo la lotta dei fornai non avrà esito felice.

mauro romanelli ha detto...

Ciao Vito, anche io esprimo i miei auguri a Erica. Per quanto riguarda la data dell'11 Settembre per me è un giorno triste, perchè ho perso un'amico. Sono confortato che si sono persone che non vogliono dimenticare quella tragica data e quello che significa oper il mondo intero. Anche se a volte mi cadono gli attributi a vedere come nel forum di Libero si dicano castronerie da guiness dei primati con riguardo a presunti complotti, contro-complotti etc.. Ciao

vito schepisi ha detto...

Caro Mauro sono dispiaciuto per il tuo amico. Se penso a quanti parenti ed amici potessero avere gli oltre tremila morti dell'11 settembre mi viene la pelle d'oca. Quanti piccoli progetti familiari, quante ansie per i propri cari, quanti affetti interrotti, quanti sacrifici di studio, di impegno civile, di progetti professionali! Tutto svanito d'un colpo! Una follia, un'enorme follia! E poi l'onta per il mondo civile, per gli uomini liberi, per la coscienza e la dignità di un popolo di dover sopportare il fango di un manipolo di gente in mala fede, in alcuni casi di sciacalli che, al pari di coloro che depredano le vittime sporcandosi le mani tra le macerie, utilizzano lo strumento del sospetto per scrivere libri da vendere o per metter in scena film da riempire sale cinematografiche. Il fango ancora di gente come quella vista ieri a Matrix, un signore con chiari disturbi mentali, delirante nel denunciare complotti e nascite di quarto Reich, e Chiesa Giulietto, sempre vestito da Stalin, che si riscopre cineasta per mettere in scena l'11 settembre visto con gli occhi della disinformazione e della strumentalizzazione comunista, contro "l'imperialismo" americano, che si schernisce sostenendo di amare l'America, in una iperbole di squallida ipocrisia.
Ciao Mauro mi consola sapere che nessuno, almeno fino a questo momento, nel Governo e nelle istituzioni italiane abbia osato prestar fede al cieco delirio dell'odio e della contrapposizione ad ogni costo.